Il corso ha come prerequisito le conoscenze di termodinamica classica e le introduzioni alla
meccanica quantistica ed alla termodinamica statistica fornite dalla Chimica Fisica I.

Dopo aver rapidamente ripresentato ed ampliato i due ultimi argomenti, la prima parte del corso
discute i gradi di libertà traslazionali (rotazionali, vibrazionali) ed elettronici di atomi e molecole
trattando in parallelo gli aspetti meccanici, spettroscopici e statistici (gas ideale) e concludendo
con le spettroscopie di risonanza e di fotoelettroni.


Nella seconda parte si trattano gli stati elettronici dei solidi cristallini, metalli, isolanti e semiconduttori,
l'approccio quasi-chimico ai difetti di punto, una breve presentazione dell'adsorbimento
e dei fenomeni di superficie.


La cinetica viene trattata nel parallelo corso di laboratorio, con l'eccezione di quanto più strettamente
connesso a questo corso (velocità assoluta di reazione, laser).


Allo studente è richiesta la capacità di discutere i principali risultati relativi ai vari argomenti.
L'esame consiste di una prova orale.
Come testo di riferimento può essere utilizzato un qualunque testo classico di Chimica fisica
(per chimici) quale ad esempio: Peter W. Atkins, Julio De Paula "Chimica fisica” Zanichelli.