Il corso di scienza delle finanze si occupa di economia e finanza pubblica e introduce gli studenti alla comprensione dell'intervento pubblico nelle economie di mercato. Il corso si propone di : 1) fornire criteri per individuare i confini tra Stato e mercato, secondo un approccio di tipo normativo 2) insegnare i fondamenti teorici dell'economia del settore pubblico 2) analizzare teoricamente il sistema tributario, anche mediante esempi riferiti alle imposte in vigore in Italia. la prima parte del corso é dedicata ai fallimenti del mercato e comprende l'analisi dei beni pubblici, dei beni privati forniti dal settore pubblico, delle esternalità e del monopolio naturale. L'analisi dei beni pubblici viene completata con l'introduzione ai problemi di scelta sociale con cenni al funzionamento dei sistemi politici. L'analisi delle esternalità comprende lo studio degli strumenti economici di politica ambientale. L'analisi del monopolio naturale si estende alla teoria della regolamentazione delle tariffe. Lo studio dei sistemi tributari include: l'analisi dell'incidenza delle imposte, gli effetti delle imposte sull'efficienza allocativa, il problema della tassazione ottimale con particolare riferimento alle imposte sul reddito. Le estensioni al sistema tributario italiano riguardamo l'imposta sul reddito delle persone fisiche e l'imposta sul reddito delle società. Il corso é principalmente strutturato in lezioni, ma alcune di queste sono strutturate in forma di esercitazione. Il corso é corredato da un'attvità di tutorato dedicata sia al ripasso dei concetti proposti a lezione che alla propsta di esempi aggiuntivi strutturati spesso in forma di esercizio. Un breve ripasso dei concetti fondmentali di microeconomia viene offerto all'inizio del corso, agli studenti che non hanno superato il test di ingresso.